Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise

Pescasseroli - Parco

Il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise ricade per la maggior parte in provincia dell'Aquila e per il rimanente in quella di Frosinone nel Lazio e in quella di Isernia nel Molise. Fu inaugurato il 9 settembre 1922 a Pescasseroli, attuale sede e direzione centrale del Parco. Insieme al Parco Nazionale del Gran Paradiso è uno dei più antichi parchi d'Italia noto a livello internazionale per il ruolo avuto nella conservazione di alcune tra le specie faunistiche italiane più importanti, quali il lupo, il camoscio d'Abruzzo e l'Orso Bruno Marsicano, nonché per le prime e numerose iniziative per la modernizzazione e la diffusione localizzata dell'ambientalismo. È ricoperto da boschi di faggio per circa due terzi della sua superficie. Si estende prevalentemente in territorio montano e pastorale, dove non è praticabile la coltura della vite e dell'olivo, sconfinando nel piano delle colture nella valle del Giovenco e in Val di Comino. Le cime più alte presentano tracce evidenti dell'ultima glaciazione del Quaternario (Monti della Meta, Serra delle Gravare, Monte Petroso e Monte Palombo). Nel comprensorio del Parco esistono alcuni interessanti laghi naturali come il Lago Vivo, il Lago Pantaniello e il lago di Scanno. I prodotti tradizionali sono quelli tipici dell'Appennino centrosettentrionale: primi piatti poveri a base di legumi e paste (fagiolo di Scanno o la cicerchia). Nella Valle di Comino sono tutelati alcuni prodotti presidi Slow Food, quali il pecorino di Picinisco, il tartufo di Campoli Appennino e il miele biologico. La produzione artigianale riguarda merletti al tombolo, la lavorazione manuale della pietra e del legno sporadicamente e le zampogne artigianali.

Pescasseroli, (L'Aquila)

+39.0863.91131

http://www.parcoabruzzo.it/

info@parcoabruzzo.it