Castrovillari

Calabria

Castrovillari, Città del Carnevale più antico e importante di Calabria, è il centro più grande del Parco Nazionale del Pollino, ai piedi del Serra Dolcedorme, la vetta più alta degli Appennini meridionali.  I vari reperti archeologici ritrovati sulle sponde del fiume Coscile (antico "Sybaris") e custoditi nel Museo Civico Archeologico della città, testimoniano la frequentazione del sito dall'epoca Paleolitica al Medioevo. Nel 1400 Ferdinando I d'Aragona conquistò Castrovillari e fece edificare il Castello Aragonese, simbolo architettonico attorno al quale si dispone il centro storico. Oggi la città è divisa in due parti dal celebre Ponte della Catena. La parte vecchia, detta "Civita", è caratterizzata da piccole viuzze e costruzioni molto caratteristiche. Vi si trovano la Basilica Minore di San Giuliano, il Protoconvento Francescano, il Castello Aragonese, il Santuario della Madonna del Castello e il Teatro Sybaris, che ospita alcune importanti manifestazioni teatrali. La parte nuova, detta "Casale", è caratterizzata dall'urbanizzazione ottocentesca, col grande Corso Garibaldi e l'isola pedonale di via Roma. Il Museo Civico custodisce i principali reperti archeologici del territorio; mentre la Pinacoteca "Andrea Alfano", raccoglie le opere che il Maestro ha lasciato alla città. Il Museo d'Arte Sacra, allestito nella sacrestia della Basilica di San Giuliano, raccoglie preziosi dipinti, sculture e argenteria del XVI secolo. Tra gli eventi culturali, il Carnevale Storico e, in estate, il Festival Internazionale del Folklore.

I suggeriti di ANSA ViaggiArt





















Loading