A Verona 'Job&Orienta', tre giorni tra scuola e lavoro

Oltre 500 realtà presenti, da oggi al 2/12 200 appuntamenti

Redazione ANSA

VERONA - Al via, alla Fiera di Verona, la 27/a edizione di Job&Orienta, il salone nazionale dell'orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, in programma fino al 2 dicembre.

Promossa da VeronaFiere e Regione del Veneto, in collaborazione con Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la manifestazione propone un'ampia rassegna espositiva (oltre 500 realtà), ma anche un programma intenso di dibattiti, convegni e seminari, con più di 200 appuntamenti. Quest'anno al centro, in particolare, il tema "Orientarsi all'innovazione per costruire futuro", per evidenziare la necessità di saldare forti alleanze tra scuola e lavoro, allineando la formazione con i profondi cambiamenti del mondo economico-produttivo e della società, ma pure sollecitando nei giovani la predisposizione all'apprendimento continuo.

A Job&Orienta si snoderà nei tre giorni il racconto di una scuola intenta ad accogliere le sfide a cui è chiamata per rinnovarsi, insieme alle tante storie di ragazzi e giovani che stanno incontrando il mondo del lavoro già durante lo studio e hanno sperimentato alcuni degli strumenti importanti messi in atto per orientarli e accompagnarne l'ingresso: dall'alternanza scuola lavoro ai percorsi its, all'apprendistato, ai progetti a sostegno dell'autoimprenditorialità.
Dopo l'inaugurazione ufficiale, seguirà l'evento "Oil for brain, scuola-lavoro-innovazione" , a cura di Eni. Sarà l'innovativo robot Pepper, capace di conversare, comprendere e reagire alle emozioni, ad aprire l'appuntamento che, strutturato in forma di talk show, sarà condotto da Jacopo Perfetti. In un'ottica di abbattimento degli stereotipi di genere, Roberta Bianchi, che opera nell'area Information technology di Eni, e Cecilia Spanu, manager, imprenditrice e consulente, parleranno della propria esperienza di vita e di lavoro nel campo dell'innovazione. Spazio poi ad alcune esperienze di alternanza scuola lavoro e di apprendistato di primo livello, attraverso la voce dei ragazzi partecipanti ai progetti Eni di Gela e Livorno. Durante l'evento il pubblico sarà chiamato a partecipare e a interagire con gli ospiti tramite whatsapp. Nel primo pomeriggio è atteso il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, che si intratterrà con i ragazzi a parlare di futuro, lavoro e servizio civile universale. Grande tema centrale del pomeriggio il convegno "Tra scuola e lavoro: l'alternanza che fa crescere", a cura di Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca. Saranno presentati i dati più aggiornati dell'alternanza scuola-lavoro - ormai entrata a regime nella sua obbligatorietà introdotta dalla "Buona Scuola" -, e premiati i vincitori del premio "Storie di alternanza", promosso da Unioncamere e dalle Camere di commercio italiane: il riconoscimento andrà ai sei migliori videoracconti ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e selezionati sui territori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: