Truffa concessionario,due arresti Cc-Gdf

Indagine dopo denuncia 50 vittime rimaste senza auto e caparra

(ANSA) - VENEZIA, 14 GIU - La guardia di Finanza di Venezia e i carabinieri di Chioggia hanno chiuso il cerchio sulla truffa del concessionario Ok Auto di Chioggia, arrestando Alberto Vallese e Roberto De Masi, entrambi 52enni di Jesolo. Le indagini erano iniziate nel 2018 con una cinquantina di denunce presentate dai clienti del concessionario.L'attività aveva chiuso da un giorno all'altro e le vittime avevano perso caparre e auto prenotate.
    Dopo alcuni mesi gli investigatori hanno denunciato 15 persone per truffa e riciclaggio, eseguito 6 obblighi di dimora e sequestrato 600mila euro.Dalle indagini emerse il nome di Vallese.Uno degli indagati, in difficoltà finanziarie, si era rivolto a Vallese che gli propose di aprire una società in Croazia. I finanzieri hanno scoperto che i conti di questa ditta erano in realtà gestiti da De Masi e che erano serviti a trasferire 388mila euro, provento di 8 truffe ai danni dei clienti del concessionario.La somma poi fu prelevata dai conti in parte da De Masi e in parte dalla moglie di Vallese.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere