Astori:190 atleti morti stessa patologia

Studio Università Padova, incide per 27% su decessi sportivi

(ANSA) - PADOVA, 23 GEN - La cardiomiopatia aritmogena, patologia che ha colpito l'ex capitano della Fiorentina Davide Astori, ha causato tra il 1980 e il 2015 in Italia il decesso di 190 giovani atleti. Lo evidenzia una proiezione estrapolata da uno studio sulla morte improvvisa compiuto dall'Università di Padova in collaborazione con la Regione Veneto.
    Su un totale di 700 atleti sotto i 40 anni, deceduti in questo stesso periodo per morte cardiaca improvvisa - riferisce QN, citando lo studio - , la cardiomiopatia aritmogena ha inciso per il 27%, una frequenza cinque volte superiore se confrontata con chi soffre della stessa patologia ma non pratica sport a livello agonistico. La ricerca, iniziata negli anni Settanta, ha visto ogni caso studiato in sede di autopsia e sottoposto a un protocollo specifico. Tra i docenti che vi hanno partecipato, il prof. Domenico Corrado, ordinario di cardiologia a Padova, incaricato dalla procura di Firenze per la consulenza tecnica sul decesso di Astori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere