• Venezia: sono scivolosi, via i gradini di vetro da Ponte Calatrava

Venezia: sono scivolosi, via i gradini di vetro da Ponte Calatrava

Comune, sedici lastre saranno sostituite da altre in trachite

La Giunta Comunale di Venezia ha approvato il progetto esecutivo per la sostituzione sul Ponte della Costituzione, progettato dall'archistar Santiago Calatrava, della pavimentazione in vetro di alcuni gradini con lastre in trachite, materiale di cui sono fatte anche le parti terminali e la fascia centrale del ponte. Inaugurato nel settembre 2008, il ponte ha una lunghezza di 94 metri, con una luce centrale di 81 metri circa. La larghezza varia da 5,58 metri su entrambi i lati fino a 9,38 metri nella parte centrale. Il ponte si eleva da una altezza di 3,20 metri sulle sponde fino a 9,28 metri nella parte centrale.

"I lavori, per un totale di 40 mila euro e svolti da Insula - commenta l'assessore comunale ai Lavori Pubblici, Francesca Zaccariotto - riguardano una prima sperimentazione concordata con la Sovrintendenza, per trovare una soluzione definitiva alle problematiche legate al rischio di inciampo e scivolamento delle parti vetrate, soprattutto dove si verifica il cambio del passo delle gradinate, in corrispondenza dei pianerottoli". Il ponte ha fin da subito mostrato evidenti problemi, specie nelle giornate particolarmente umide o piovose, in parte riconducibili proprio ai gradini in vetro, alle quali nel corso degli anni si è cercato di porre rimedio. "Si procederà alla sostituzione integrale di 16 lastre in vetro degli 8 pianerottoli del ponte con elementi in trachite (4 lato Stazione e 4 lato Piazzale Roma) - annuncia Zaccariotto -. L'utilizzo di questo materiale, tipico dei manufatti del centro storico della città, rappresenta infatti la soluzione più idonea a contenere il rischio d'inciampo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere