Vinitaly, Salvini beve un 'Berlusconi'

Nello stand Coldiretti offerto calice azienda nipote Cav

(ANSA) - VERONA, 15 APR - C'è anche il tempo per un siparietto a distanza tra Matteo Salvini e la famiglia Berlusconi al Vinitaly di Verona, dove il segretario della Lega ha potuto assaggiare un calice di "9.9", vino rosso prodotto dalla nipote del leader di Forza Italia, Alessia Berlusconi. "Viene fuori alla lunga il buono" ha detto Salvini, aprendo lui stesso la bottiglia nello stand della Coldiretti, e assaggiandone poi un calice, insieme al presidente dell'organizzazione agricola, Roberto Moncalvo. "Il vino italiano non va mai di traverso" è stata la successiva battuta di Salvini.
    Alessia Berlusconi produce il suo vino nell'azienda La Contessa di Capriano del Colle, nel Bresciano. "Volevo fare un vino dal colore intenso, con profumi accattivanti e dal profumo sincero. Amo definirlo un vino che sa stare in compagnia" si legge nell'etichetta della bottiglia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

COS.IDRA. srl

La crisi del settore edilizio: come uscirne indenni?

COS.IDRA. srl, azienda padovana leader nella realizzazione di fondazioni e opere idrauliche, non ha dubbi: “Credibilità, investimenti e welfare aziendale”


null

Tagliare con l’acqua, con Sirio si può

“Siamo artigiani ma anche persone che hanno sempre voluto sperimentare, grazie a questo siamo cresciuti”, dicono dalla famiglia Castellan


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere