Vigile urbano vince causa dopo 20 anni

Nel padovano, amministrazione rischia dover pagare 400mila euro

(ANSA) - PADOVA, 13 FEB - Vent'anni di stipendi mai percepiti da vice-comandante dei vigili urbani, posto che non ha potuto occupare per una 'svista' del Comune di Cittadella (Padova), e che adesso gli sono stati riconosciuti dal Tar. A vincere questa causa eterna è stato un vigile urbano padovano, Orazio Camporese, che si è visto dare ragione dal Tar Veneto dopo 20 anni di battaglie a suon di carte bollate. La decisione dei giudici, pubblicata nei giorni scorsi, ricostruisce il caso di giustizia-lumaca iniziato nel 1995, quando Camporese partecipò al concorso per vice comandante dei vigili a Cittadella. Posto che non occupò mai, perche, quando poteva essere assunto, nel 1998, l'amministrazione comunale non tenne conto della graduatoria, bandendo un altro concorso interno. Da qui iniziò la battaglia di Camporese - il Tar una prima volta, il giudice del lavoro la seconda, la Corte d'Appello, infine ancora il Tar - al termine della quale il 57enne si è visto riconosciuto il diritto percepire 400 mila euro di stipendi mai ricevuti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

null

Tagliare con l’acqua, con Sirio si può

“Siamo artigiani ma anche persone che hanno sempre voluto sperimentare, grazie a questo siamo cresciuti”, dicono dalla famiglia Castellan


Luca Baldan

Luca Baldan: “L’Italia è un paradiso fiscale, ma ancora per poco”

Il Consulente Finanziario e Patrimoniale padovano parla della vantaggiosa situazione italiana circa la trasmissione del patrimonio famigliare


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.