Scoperti in Veneto resti ponte romano

Due coppie piloni in marmo che sorreggevano ponte-passerella

(ANSA) - VICENZA, 4 OTT - I resti di un antico ponte romano sono stati riportati alla luce ad Arzignano, comune della provincia di Vicenza, in località Canove, grazie ad una serie di interventi di riqualificazione dell'area. Si tratta di un importante monumento di età romana, presumibilmente imperiale o tardo imperiale, sottoposto a vincolo archeologico e costituito da due coppie di piloni in blocchi lapidei che presumibilmente sorreggevano un ponte passerella, collegato ad un antico asse stradale. Il ponte era stato rinvenuto nel 1966 durante alcuni scavi di ghiaia, e le successive analisi dimostrarono che si trattava di una manufatto unico nel suo genere, dotato di particolari accorgimenti che permettevano di portare l'acqua nelle campagne circostanti. Fino a qualche anno fa l'area non era praticabile per la proliferazione incontrollata della vegetazione ne impediva la vista e ne minava le fondamenta: ora la zona è stata ripulita, sradicando anche le piante che mettevano a rischio i basamenti del manufatto romano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

null

Tagliare con l’acqua, con Sirio si può

“Siamo artigiani ma anche persone che hanno sempre voluto sperimentare, grazie a questo siamo cresciuti”, dicono dalla famiglia Castellan


Luca Baldan

Luca Baldan: “L’Italia è un paradiso fiscale, ma ancora per poco”

Il Consulente Finanziario e Patrimoniale padovano parla della vantaggiosa situazione italiana circa la trasmissione del patrimonio famigliare


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.