Lido 'fascista' di Chioggia, chiesta archiviazione

Per Procura Venezia non si può ravvisare reato apologia

(ANSA) - VENEZIA, 4 OTT - La Procura di Venezia ha chiesto l' archiviazione dell'inchiesta per apologia del fascismo che vede indagato Gianni Scarpa, il gestore di 'Playa punta Canna', il lido di Chioggia soprannominato la spiaggia 'fascista', per i cartelli con le foto e gli slogan di Mussolini. La domanda di archiviazione è stata avanzata ai giudici dal procuratore Bruno Cherchi e dalla pm Francesca Crupi. Secondo quanto si apprende, i magistrati avrebbero ritenuto le foto del Duce e i richiami all'ordine e al manganello una articolazione del pensiero del gestore, e non una reale apologia del fascismo, ovvero una violazione dell'articolo 4 della legge 645 del 1952, la cosiddetta legge Scelba.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Stefano Costa - Antica Trattoria Moreieta

Antica Trattoria Moreieta: tradizione enogastronomica e da oggi anche 6 suite di lusso

Accanto allo storico e celebre ristorante, inaugura la nuova locanda dove poter soggiornare tra relax e tradizione sui Colli Berici appena fuori Vicenza


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere