Vaccini: corteo a Venezia, no a obbligo

Medico radiato, voto politico solo a chi cancella legge

(ANSA) - VENEZIA, 16 SET - "Noi non siamo contro le vaccinazioni, ma contro le leggi che le obbligano, anche per gli altri". Gli "altri" per Dario Miedico, medico radiato, dal palco-barcone della manifestazione a Venezia contro la legge Lorenzin sui vaccini, sono quelli che i figli li hanno vaccinati. Una esortazione alla "libertà di scelta" che è stata salutata da alcune migliaia di persone presenti sul piazzale davanti alla stazione con un applauso e un "libertà, libertà".
    Il "popolo" dei contrari all'obbligo vaccinale si è dato appuntamento nel pomeriggio nella città lagunare per un corteo, aperto da alcuni brevi interventi, che dalla stazione è arrivato alla Basilica della Salute, per una fiaccolata finale. Dal palco, prima che i manifestanti si mettano in movimento per attraversare Venezia, Miedico lancia un invito ad una ad "alleanza" con le famiglie dei bimbi vaccinati e un ultimatum "politico": votare alla prossime elezioni solo chi avrà al primo punto del programma la cancellazione dell'obbligo vaccinale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie