Rapine in banca al Nordest, arresti

Indagini carabinieri Venezia, sgominata banda

(ANSA) - VENEZIA, 19 MAG - Una struttura articolata, mossa anche dall'ingordigia di denaro, finalizzata a compiere rapine nel Nordest, dove ognuno aveva un compito: chi di organizzatore, chi di messa a punto degli obiettivi, chi di esecutore materiale. E' questo il quadro che emerge dalle indagini dei carabinieri di Venezia, con gli ultimi due arresti in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare, su una banda che avrebbe messo a segno quattro 'colpi' nel 2015 tra il veneziano, il rodigino e il ferrarese, con un bottino di quasi 300mila euro.
    Altre rapine erano allo studio nel mantovano, ma i carabinieri hanno fatto 'terra bruciata' attorno ai possibili obiettivi intensificando le presenze visibili mentre raccoglievano elementi per incastrare i componenti del gruppo, quattro catanesi, un veneziano operante a Chioggia e un milanese. Gli ultimi due arresti - Filippo Pazienza e Angelo Maimone, catanesi - riguardano quelli che gli investigatori considerano gli autori materiali delle rapine, 'trasferisti' dalla Sicilia a Nordest.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Simone Manferdini

Simone Manferdini: “Investire sul sistema Italia per defiscalizzare il proprio guadagno”

Il consulente finanziario consiglia di tornare a investire in Italia per vedere il proprio guadagno defiscalizzato


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere