• ANSA-siti Unesco, partnership per raccontare tesori Italia

ANSA-siti Unesco, partnership per raccontare tesori Italia

Presentato nell'ambito del Salone del Turismo a Padova

PADOVA - E' stato presentato a Padova, nell'ambito della settima edizione del World Tourism Expo, il salone mondiale del turismo Città e siti Patrimonio Unesco, l'accordo tra l'agenzia ANSA e l'Associazione Italiana Beni Unesco. La partnership, come ha spiegato il direttore dell'ANSA Luigi Contu, prevede l'utilizzo del canale ANSA Viaggiart dell'agenzia per "raccontare l'incredibile patrimonio del nostro
Paese, le sue bellezze e tutto quello che nasce e cresce a livello di restauro, arricchimento, sviluppo". "Per farlo - ha aggiunto - mettiamo a disposizione una grande piattaforma multimediale e multilingue inserita in un portale che ad oggi conta più di 11 milioni di utenti unici al mese".

Un turismo non solo 'mordi e fuggi', ma esperienziale, che sappia 'ascoltare' un luogo, un'opera d'arte, un monumento, contestualizzarlo nella storia dell'Italia. Quello che i siti Unesco propongono, in sostanza, è una vacanza come stimolo alla ricerca dei popoli, della conoscenza, per orientare le nuove generazioni alla scoperta del bello.

Il Salone del turismo proseguirà fino al 25 settembre, con seminari, convegni, workshop, incontri b2b. L'iniziativa si svolge con la collaborazione dell'Enit, del Consorzio delle città d'arte del Veneto e del Mibact. L'anno scorso il Salone ha raccolto ventimila visitatori. All'edizione 2016 sono presenti oltre 120 siti Unesco e un centinaio di buyer italiani e stranieri.

"Sicuramente prima o poi si arriverà a un contingentamento dei turisti a Venezia, poi si vedrà come e in che modo. Ma si potrebbe intervenire anche attraverso la promozione dentro Venezia di itinerari diversi, zone bellissime e assolutamente vuote" spiega il sottosegretario del ministero per i Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni durante l'inaugurazione.

"Il turismo va gestito come qualunque altra cosa, considerando che le previsioni sono di crescita esponenziale - ha continuato - quindi una città fragile come Venezia non può che affrontare il futuro gestendo i flussi turistici, ed e' quello che il mondo e l'Unesco chiede a Venezia. Esiste un sindaco eletto dai cittadini e il primo passo spetta ovviamente alle istituzioni locali".

"Un tavolo di concertazione con il Governo per tutelare Venezia io l'ho sempre proposto ma deve esserci un via e questo deve arrivare dal Comune. Se il Comune risponde che dell'Unesco non gliene importa niente e' difficile iniziare" spiega ancora. "La mia opinione e' che Venezia dovrebbe avere tutto speciale: la valorizzazione delle tradizioni, le norme sul commercio, sul turismo - ha continuato -. E' una città che non ha paragoni al mondo quindi non deve essere trattata come Berlino o qualsiasi altra città. La sua salvezza arriverà solo quando si riconoscerà la sua eccezionalità. E gli errori che sono stati fatti sono stati fatti gestendola come un qualsiasi altra grande città senza considerare la sua fragilità".


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Stefano Costa - Antica Trattoria Moreieta

Antica Trattoria Moreieta: tradizione enogastronomica e da oggi anche 6 suite di lusso

Accanto allo storico e celebre ristorante, inaugura la nuova locanda dove poter soggiornare tra relax e tradizione sui Colli Berici appena fuori Vicenza


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere