Rapina museo: prime ammissioni fermati

In attesa sentenza convalida qualcosa inizia a trapelare

(ANSA) - VERONA, 18 MAR - In attesa della sentenza di convalida degli arresti di sette dei dodici fermati per la rapina al museo di Castelvecchio Verona, del 19 novembre qualcosa sembra trapelare dagli interrogatori. Nel corso degli interrogatori di garanzia, tre indagati avrebbero accettato di parlare con i magistrati. Dichiarazioni che, da quanto si è appreso, potrebbero già indirizzare gli inquirenti all'identificazioni delle singole responsabilità del clamoroso colpo durante il quale vennero sottratti 17 capolavori d'arte dalle sale del museo scaligero. Contrariamente a quanti si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, Pasquale Ricciardi Silvestri, gemello di Francesco guardia giurata di Castelvecchio, la sua compagna traduttrice Svitlana Tkachuk e l'autista moldavo Denis Damaschin avrebbero risposto alle domande del gip confermando sostanzialmente quanto avevano già sostenuto davanti al pm Gennaro Ottaviano il giorno del fermo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Corrado Patella e Giudo Patella

Autofficina Omega, la realtà più grande d’Italia per le auto storiche sportive

Passione, esperienza e tecnologia: le tre carte vincenti di Corrado Patella per rendere immortale un’automobile


Luigi Pozzacchio e Giuseppe Stambè - Ristorante Pizzeria La Perla

Il Ristorante Pizzeria La Perla porta a Schio i profumi del mare

Duo vincente per il ristorante pizzeria La Perla: l’intuito di Luigi Pozzacchio e l’esperienza dello chef Giuseppe Stambè


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere