Scongiurato 'colpo' a Palazzo Grassi

Lo avevano pianificato dei rapinatori arrestati il mese scorso

(ANSA) - TREVISO, 13 MAR - C'era un piano per mettere a segno un grande furto di opere d'arte a Palazzo Grassi a Venezia, la sede espositiva del magnate Francois Pinault, nei progetti di una banda sgominata il mese scorso dalla squadra mobile di Treviso. Un 'colpo' milionario, in quadri e sculture, che avrebbe dovuto essere tentato lo scorso autunno, ma che è naufragato perchè è stato scoperto, grazie alle intercettazioni telefoniche, seguendo le indagini sulla rapina 'combinata' compiuta ad un furgone della 'Civis' a Preganziol (Treviso) nel luglio scorso, per un bottino di 800 mila euro. L'ipotesi che la banda individuata per quel fatto - con l'arresto di una guardia giurata e due indagati, tra i quali un altro vigilantes - progettasse il 'colpo' a Palazzo Grassi, ha trovato conferme ieri sera.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Elisabetta Elio, presidente di Pia Opera Ciccarelli

Fondazione Pia Opera Ciccarelli, il futuro dell’assistenza agli anziani passa per la riscoperta delle comunità di quartiere

E’ stato avviato il programma “Abitare Leggero”: a breve si realizzeranno abitazioni a prezzo calmierato per riunire famiglie in difficoltà economica e anziani in un clima di reciproco aiuto


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere