Scongiurato 'colpo' a Palazzo Grassi

Lo avevano pianificato dei rapinatori arrestati il mese scorso

(ANSA) - TREVISO, 13 MAR - C'era un piano per mettere a segno un grande furto di opere d'arte a Palazzo Grassi a Venezia, la sede espositiva del magnate Francois Pinault, nei progetti di una banda sgominata il mese scorso dalla squadra mobile di Treviso. Un 'colpo' milionario, in quadri e sculture, che avrebbe dovuto essere tentato lo scorso autunno, ma che è naufragato perchè è stato scoperto, grazie alle intercettazioni telefoniche, seguendo le indagini sulla rapina 'combinata' compiuta ad un furgone della 'Civis' a Preganziol (Treviso) nel luglio scorso, per un bottino di 800 mila euro. L'ipotesi che la banda individuata per quel fatto - con l'arresto di una guardia giurata e due indagati, tra i quali un altro vigilantes - progettasse il 'colpo' a Palazzo Grassi, ha trovato conferme ieri sera.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere