Molestie prete, Tribunale 'chiama' Curia

Richiesta avanzata famiglia vittime, processo in corso a Vicenza

(ANSA) - VICENZA, 13 MAR - La richiesta da parte della famiglia delle vittime di far rispondere in sede civile la Curia in un processo per presunte molestie sessuali che vede imputato un sacerdote è stata accolta dal Tribunale di Vicenza. Il prete, un 81enne, che ha sempre negato ogni addebito, non avrebbe infatti la disponibilità economica per soddisfare i 100mila euro di danni chiesti in sede civile dalla famiglie delle due vittime - due sorelle che all'epoca dei fatti, nel 2007, avevano 13 e 15 anni - . Così hanno chiesto che, in caso di condanna, sia chiamata a risponderne la Diocesi di Vicenza, ed il Tribunale ha accolto l'istanza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

COS.IDRA. srl

La crisi del settore edilizio: come uscirne indenni?

COS.IDRA. srl, azienda padovana leader nella realizzazione di fondazioni e opere idrauliche, non ha dubbi: “Credibilità, investimenti e welfare aziendale”


null

Tagliare con l’acqua, con Sirio si può

“Siamo artigiani ma anche persone che hanno sempre voluto sperimentare, grazie a questo siamo cresciuti”, dicono dalla famiglia Castellan


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere