Donna scomparsa: sentita Manuela Cacco

Legale, nessuna confessione solo precisazioni a quanto già detto

(ANSA) - PADOVA, 7 MAR - "Non c'è stata alcuna confessione.
    Ha solo ribadito di non aver mai visto il corpo di Isabella Noventa e ancor meno di sapere che fine abbia fatto". L'avvocato Alessandro Menegazzo riassume così l'esito dell'interrogatorio in carcere a Verona di Manuela Cacco, la tabaccaia padovana accusata assieme a Freddy e Debora Sorgato dell'omicidio della donna scomparsa a Padova la sera di metà gennaio.
    "Manuela Cacco - sottolinea il legale - ha risposto alle domande del Pm e ha fatto alcune precisazioni sulle sue dichiarazioni già rese nelle scorse settimane". In sostanza, la donna ha ribadito di aver dato solo la sua disponibilità a Freddy per prestarsi alla messinscena di passeggiare per il centro di Padova con addosso un giaccone bianco di Isabella. Una 'montatura' per costruire un alibi. L'ex fidanzato aveva poi raccontato infatti agli investigatori di aver lasciato Isabella a Padova dopo una cena e di non averla più vista. Saltati invece gli interrogatori dei due fratelli.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Elisabetta Elio, presidente di Pia Opera Ciccarelli

Fondazione Pia Opera Ciccarelli, il futuro dell’assistenza agli anziani passa per la riscoperta delle comunità di quartiere

E’ stato avviato il programma “Abitare Leggero”: a breve si realizzeranno abitazioni a prezzo calmierato per riunire famiglie in difficoltà economica e anziani in un clima di reciproco aiuto


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere