Mostra a Venezia racconta i manicomi

Rassegna foto narra la vicenda dei reclusi isola San Servolo

(ANSA) - VENEZIA, 23 FEB - Una mostra di foto per raccontare la storia del disagio mentale, con i riflessi contemporanei legati a quello familiare, che può tradursi in femminicidio, o quello da crisi economica, che può tradursi in suicidi. L'ha realizzata l'Ulss 12 di Venezia nella Scuola Grande di San Marco, oggi sede dell'ospedale Civile. Un modo per ricordare quanto è accaduto in una città che, prima delle legge Basaglia aveva ben due isole, San Servolo e San Clemente, per ospitare i malati di mente, e che in seguito è stata caposcuola nell'esperienza del diurno a Palazzo Boldù, dove c'è un reparto all'avanguardia per trattare il disagio psichico. Le foto dei pazienti trattati nell'ex-ospedale psichiatrico di San Servolo e le immagini delle strutture e degli ambienti dello stesso "manicomio", sono state collocate all'ingresso dell'ospedale. La rassegna espone le fotografie storiche che offrono uno spaccato della realtà della malattia mentale, presentando per immagini un mondo, un lavoro, un atteggiamento terapeutico sconosciuto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere