Diciannovenne violentato, tre arresti

Indagini Polizia Vicenza in centro dove vivono decine migranti

(ANSA) - VICENZA, 12 FEB - Tre migranti di origine pakistana sono finiti in carcere a Vicenza per avere derubato e violentato un loro connazionale di 19 anni all'interno di una comunità del capoluogo berico in cui vivevano, divisi in vari alloggi, diverse decine di stranieri, arrivati negli ultimi mesi nel nostro Paese. Per Ullah Noman, 28 anni, Jamel Abas Cheema, 32, e Imran Ghulam Rasool, 33, le accuse vanno da violenza sessuale di gruppo aggravata a lesioni aggravate. Le indagini sono state condotte dagli agenti della questura di Vicenza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere