Banche:sofferenze raddoppiate in 4 anni

Passate da 104,3 mld fine 2011 a 201 mld fine 2015

(ANSA)-VENEZIA, 30 GEN - Negli ultimi 4 anni le sofferenze delle banche italiano sono cresciute del 93% passando da 104,3 mld di euro di fine novembre 2011 a 201 mld (fine novembre 2015). Lo rileva la Cgia alla luce dell'accordo raggiunto tra il Governo italiano e la Commissione europea per risolvere il problema delle sofferenze,e ai provvedimenti che dovrebbero essere presi a breve dal Consiglio dei Ministri.Se a livello nazionale il peso delle sofferenze sugli impieghi ha raggiunto l'11%, l' analisi territoriale indica come la quota maggiore dei crediti deteriorati sia preponderante nel Sud del paese, dove ha toccato il 16,1% del totale impieghi.I livelli più elevati si verificano in Molise (20,7%) e Basilicata (19,9%) ma anche alcune regioni del Centro Italia soffrono: per Marche e Umbria le quote delle sofferenze sugli impieghi si attestano rispettivamente al 19,1% e al 16,5%, incidenze di gran lunga superiori alla media della loro ripartizione geografica, il Centro Italia, che presenta un livello al 9,3%.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere