Calamità: sindaci, normative non chiare

Documento a parlamentari per definire percorsi e regole certi

(ANSA) - PADOVA, 29 GEN - Un documento contenente le segnalazioni dei sindaci dei comuni di Pianiga, Dolo, Mira, colpiti dal tornado dal 2015, e di Mirandola (Modena) e Moglia (Mantova), colpiti dal sisma del 2012, per fare chiarezza su un quadro normativo ancora poco chiaro. E' lo scopo dell'incontro svoltosi oggi a Pianiga, per iniziativa del Comune, con partner 'Generali Italia' e Radio Pico. Il documento sarà inviato ai parlamentari delle aree coinvolte per tentare l'approvazione di una norma che definisca percorsi e regole certe. "Un doppio tornado si e' abbattuto nei nostri territori - ha detto il sindaco di Pianiga, Calzavara - Uno l'8 luglio 2015. Il secondo, di carte e burocrazia, continua ancora ora, con modulistica sbagliata, iter mancanti, di risarcimenti che non si sa se e quando arriveranno". Proposte sono state avanzate dai sindaci per la creazione di assicurazioni obbligatorie, istituzioni di "zone franche" a fiscalità zero, prestiti a fondo perduto per aiutare la ricostruzione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Corrado Patella e Giudo Patella

Autofficina Omega, la realtà più grande d’Italia per le auto storiche sportive

Passione, esperienza e tecnologia: le tre carte vincenti di Corrado Patella per rendere immortale un’automobile


Luigi Pozzacchio e Giuseppe Stambè - Ristorante Pizzeria La Perla

Il Ristorante Pizzeria La Perla porta a Schio i profumi del mare

Duo vincente per il ristorante pizzeria La Perla: l’intuito di Luigi Pozzacchio e l’esperienza dello chef Giuseppe Stambè


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere