Contratti:Barbagallo, noi non in ritardo

Segretario Uil, con le sue critiche Confindustria comincia male

(ANSA) - VENEZIA, 15 GEN - Nella proposta unitaria di Cgil, Cisl e Uil di riforma del modello contrattuale sottoscritta ieri "c'è di tutto e di più: gli industriali finiscano di dire che siamo in ritardo. Sono loro in ritardo, devono sedersi e discutere con noi". A dirlo a Mestre il segretario generale della Uil Carmelo Barbagallo secondo il quale "se Confindustria comincia con queste critiche comincia male. Cercheremo di convincerli. Abbiamo buoni sistemi per convincere gli imprenditori". Per Barbagallo l'intesa sindacale approvata all'unanimità "contiene gli elementi perchè il sistema di relazioni industriali moderno possa intervenire di volta in volta e in situazioni diverse".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere