Beata gioventù velica il vento è un optional

CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI IN DOPPIO 2018, TUTTI FELICI

Responsabilità editoriale Saily.it

Poco vento, tanti sorrisi. A Loano una festa lunga quattro giorni: quasi seicento ragazzi e ragazze 10-17enni, in nove classi in grado di mettere in acqua trecento barche. Il Marina, il club, il consorzio, il centro federale, la FIV: tutto ha funzionato e ha girato bene intorno al mega-raduno delle barche in doppio (oltre a una dozzina di 555FIV con 4-5 persone di equipaggio): 555FIV, 420, 29er, Hobie Cat 16, Hobie Dragoon, RS Feva e L'Equipe, anche in versione Under 12 - FOTO E VIDEO - SPECIALE SAILY TV QUESTA SETTIMANA 

 

Siamo stati a Loano, quattro giorni, per realizzare lo Speciale che vedrete questa settimana su Saily TV. Siamo stati (e speriamo lo sarete anche voi, guardando i video, le interviste, gli occhi dei giovani velisti e veliste) conquistati dai sorrisi, dal comportamento, dallo stare insieme a terra e in mare. Dodicenni vestiti di tutto punto alle dieci del mattino pronti a gettarsi in mare con la loro barchetta appena scende l'Intelligenza. Una voglia di regatare che difficilmente potete trovare così intensa tra gli adulti. 

Sarà l'età e quell'entusiasmo ancora elementare e sincero, ma un po' (crediamo noi) è anche merito della vela. Dei Circoli e degli allenatori (gli altri grandi protagonisti a Loano, i registi occulti, quelli in grado di governare i rispettivi plotoncini di velisti baby o adolescenti), dei Comitati, dell'organizzazione, del fatto che poi nella vela si va in acqua e si respira il vento, e questo, ahimè per tutti gli altri sport, ce l'abbiamo solo noi. E si traduce in quella voglia di andare in acqua e in quelle facce strafelici al rientro (tuffi sul pontile del circolo compresi).

A Loano il mondo dei doppi giovanili ha anche mostrato chiaramente due filoni, come due strade ben delineate, tra le quali scegliere il cammino dei ragazzi. Potremmo molto genericamente riassumerle in Spinnaker o Gennaker. Il filone spinnaker (che ha come scintilla iniziale la scuola vela abitualmente in Optimist) passa per L'Equipe e arriva al 420 (e poi al 470). Il filone Gennaker (la cui scintilla è più spesso un O'Pen BIC), passa per RS Feva e arriva al 29er (e poi al 49er e FX). Detto che è una semplificazione esagerata, tuttavia è un segnale chiaro che va evidenziato, pur nel mantra della multidisciplinarietà e del divertimento su più classi e specialità, cat e tavole comprese, e può aiutare nella scelta.

Si conferma determinante, per la diffusione di una classe e alla fine per la considerazione che di essa deve avere una federazione, la spinta dei cantieri. Avere un forte cantiere alle spalle, che fa iniziative di promozione, garantisce il successo, anche più delle caratteristiche tecniche e nautiche di una barca. E' stato così sempre e vale anche per le classi olimpiche: oggi lo è con maggiore evidenza anche nelle classi giovanili. 

A Loano abbiamo visto e toccato con mano una bella fetta di futuro della vela in Italia: numeri notevoli (insistiamo a chiederci quale altro sport abbia l'occasione di radunare seicento giovani, che peraltro vanno sommati ai millecinquecento dei due appuntamenti di Viareggio con Primavela e Singoli) e con trend in crescita. Vista da qui, la vela mette il buonumore, anche se ovviamente ci sono tante cose da sistemare e che si possono fare meglio.

SU SAILY TV QUESTA SETTIMANA OGNI GIORNO NUOVI VIDEO: SPECIALE LOANO 2018, IL FUTURO E' QUI, E CI PIACE

(federvela) Una lunga attesa a terra, poi l’uscita in acqua che si è tradotta in un’ulteriore attesa, fino a che il Comitato ha deciso di far rientrare tutti gli equipaggi a terra e anticipare le operazioni di disarmo delle imbarcazioni. Questo il sintetico riassunto dell’ultima giornata dei Campionati Italiani giovanili in doppio di Loano con la decisione del Comitato che è stata dettata dal vento oggi troppo leggero. Così, alla premiazione anticipata alle 17,00, sono saliti sul podio allestito sulla spiaggia del Marina di Loano i primi tre equipaggi della classifica di ieri per ogni classe.

“E’ sempre difficile organizzare una manifestazione con 300 equipaggi e oltre 600 atleti - dichiara a chiusura della premiazione Alessandro Mei, Vice Presidente FIV - Loano ha risposto bene, la location si prestava ad ospitare un evento di questo genere, abbiamo avuto un grande supporto dalla Marina di Loano e dai circoli organizzatori coordinati dal Circolo Nautico Loano, il meteo non ci ha aiutato come potevamo pensare, ma abbiamo comunque svolto delle prove regolari che ci hanno permesso di avere dei risultati validi, il risultato finale premia veramente i migliori del 2018. Ci auguriamo di trovare altrettanta partecipazione ed un’organizzazione formidabile anche alla prossima edizione a Bari, che siamo convinti sarà un’altra edizione di successo”.

TUTTI I PODI DI LOANO

420 - Under 19

1 - Alessandro Caldari - Federico Caldari (CV Ravennate)

2 - Giorgia Sinigoi - Sara Zuppin (YC Cupa/CNT Sirena)

3 - Federico Andrei - Enrico Dho (CV Antignano)

 

420 - Under 17

1 - Ruben Lo Pinto - Theo Ligteringe (LNI Mandello del Lario)

2 - Giulia Sepe - Federico Romeo (CV 3V)

3 - Paolo Bozzano - Michele Casano (YC Imperia)

 

Hobie Cat 16 SPI - Under 19 e Assoluto

1 - Carlo Centrone - Diana Passoni (CV 3V)

2 - Nicola Abimbola - Chiara Baccara (Windsurfing Club Cagliari)

3 - Luca Di Nisio - Bianca Appignani (Svagamente)

 

RS Feva - Under 17 e Assoluto

1 - Riccardo Giovanni Andreoli - Lorenzo Rossi (CV Gargnano)

2 - Giacomo Gatta - Maxime Winand Argazzi (CN Savio)

3 - Mattia Tognocchi - Niccolò Galimberti (CN Marina di Carrara)

 

RS Feva Under 12 - Coppa del Presidente 

1 - Annalisa Vicentini - Emilia Salvatore (FV Desenzano) - vincitrici Coppa del Presidente 

2 - Francesco Arosio - Giovanni Arosio (CV Gargnano)

3 - Paolo Rapuzzi - Giancarlo Folonari (CV Gargnano)

 

L’Equipe Under 12 - Coppa del Presidente

1 - Giovanni Coluzzi - Brando Beligni (CV Castiglione della Pescaia) - vincitori Coppa del Presidente

2 - Cosimo Del Bimbo - Anna Iacci (CN Follonica)

3 - Filippo Lorenzi - Matilde Teresa Piombo (CV Ventimigliese)

 

29er - Under 19 e Assoluto

1 - Giovanni Boletti - Nicola Torchio (SC Garda Salò)

2 - Gaia Falco - Roberta Rosolino (CRV Italia)

3 - Fabio Larcher - Diego Larcher (SC Garda Salò).

 

L’Equipe Evolution - Under 17

1 - Giacomo Cucco - Francesco Gandolfo (CN Loano)

2 - Lorenzo Vassallo - Giorgio Finke (CV Ventimigliese)

3 - Alessio Caldarera - Matteo Peria (CV Marciana Marina)

 

Hobie Dragoon - Under 16

1 - Eleonora Tabussi - Leonardo Matarazzo (LNI Ostia)

2 - Gianmaria Tuma - Riccardo D’Amico (CV Ventotene)

3 - Giulia Grilli - Pietro Jan Bellot (Svagamente)

 

555 FIV - Under 19

1 - Marco Esposito - Francesco Esposito - Alessandro Ricottini - Lorenzo Grimaldi (Campeggiatori Romani)

2 - Vittoria Vecchioni - Lorenzo Cretella - Elena Di Gravio - Sara Catalini - Bernardo Petochi - Clementina Pantaleoni (YC Punta Ala)

3 - Luca Giordanelli - Margareth Baveloni - Pietro Mongiardini - Marco Cirillini (CV Arenzano)

La quattro giorni di vela Under 19 chiude le due settimane all’anno dedicate ai Campionati Italiani giovanili, in singolo e doppio, aperti come di consueto dall’immancabile Coppa Primavela riservata ai piccolissimi. Viareggio e poi Loano sono state le località che hanno egregiamente ospitato le tre manifestazioni, le più cariche di energia ed entusiasmo della stagione, grazie ai giovani velisti che partecipano e portano con loro un bagaglio di stupore ed emozione, perché per molti si tratta della prima regata e spesso la prima trasferta con la squadra. Un ringraziamento è stato fatto dal Presidente Ettorre proprio ai Circoli e agli allenatori dei partecipanti, senza il loro impegno e la loro dedizione sarebbe stato impossibile avere oltre 1000 atleti coinvolti nelle due settimane di vela giovanile, e grazie a loro, tra questi giovani velisti potrebbero esserci i campioni di domani.

ARRIVEDERCI NEL 2019 A REGGIO CALABRIA E BARI - Le location dell’anno prossimo sono confermate: Coppa Primavela e Campionati Italiani giovanili in singolo si terranno a Reggio Calabria, mentre i Campionati in doppio a Bari, sempre nello stesso periodo dell’anno.

http://www.campionatigiovanili2.it

Responsabilità editoriale di Saily.it
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: