A Bard premiazione Mondial Vins Extremes

Al concorso presentate 740 etichette di 306 aziende

Sette Gran medaglie d'oro, 110 medaglie d'oro e 103 medaglie d'argento assegnate durante la venticinquesima edizione del Mondial des Vins extremes, organizzato dal Cervim e dedicato alla viticoltura 'eroica' perchè praticata su terreni in forte pendenza. La premiazione è in programma il 26 novembre al Forte di Bard nell'ambito della seconda edizione della manifestazione Vins extremes. Le Gran medaglie d'oro sono state assegnate a vini di Toscana, Mosella (Germania), Isola di Samos (Grecia), Madeira (Portogallo), Douro (Portogallo) e Georgia.
    In totale alla manifestazione sono stati presentati 740 vini da 306 aziende di 15 paesi: 399 etichette dall'Italia, 33 dalla Svizzera, 98 dalla Germania, 56 dalla Spagna, 21 dalla Francia, 16 dalla Grecia, 20 dal Portogallo, 8 dalla Slovenia, 6 dal Lussemburgo, 4 dalla Croazia, 9 dalla Georgia, uno dalla Palestina, 2 dall'Austria, 4 da Andorra e 3 dall'Argentina.

Oltre 60 aziende a Vins Extremes - Oltre 60 aziende, provenienti dalla Valle d'Aosta, da altre 10 regioni di Italia e da Germania, Francia, Svizzera, Spagna e Palestina, parteciperanno alla seconda edizione di Vins extremes, manifestazione dedicata alla "viticoltura eroica" in programma il 25 e 26 novembre al Forte di Bard. Ospiti della rassegna saranno la Mosella, la Savoia e le Isole Canarie. Sono previsti laboratori del gusto, degustazioni guidate, tavole rotonde e la presentazione della guida 'Vini buoni d'Italia', oltre alla premiazione dei vincitori del Mondial des vins extremes del Cervim.
"Vins extremes - ha detto il presidente della Regione, Laurent Vierin - è il risultato della sinergia tra vari soggetti per cercare di promuovere un settore di rilevanza nazionale e internazionale come il vino, in particolare la viticoltura eroica, una nicchia da valorizzare". Per l'assessore regionale all'agricoltura, Sandro Nogara, si tratta di "uno degli eventi più importanti dal punto di vista culturale ed economico, oltre che un'occasione per mettere in contatto e a confronto professionisti del settore". Nicola Rosset, presidente della Chambre valdotaine, ha poi sottolineato che "in Valle d'Aosta operano 1.450 imprese nel settore agricolo con la più alta percentuale di aziende giovani". L'ingresso costerà 20 euro (30 per i due giorni) con il bicchiere per le degustazioni. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere