Bertschy, nuova mentalità per lavoro

Intervento assessore a terza giornata Job training days

"Non esiste più il nostro lavoro, all'interno del nostro paese, vicino alla nostra azienda. Esiste il lavoro, esistono delle opportunità che vanno colte attraverso una visione culturale differente, nuova, ma difficile da mettere in campo". Lo ha detto l'assessore alle Politiche del lavoro, Luigi Berschy, intervenendo alla terza e ultima giornata dei Job training days, evento organizzato nell'ex cotonificio Brambilla di Verrès.

"All'inizio dello scorso secolo - ha detto Bertschy - si facevano lavori sicuramente pesanti, che creavano sviluppo. Oggi siamo qua a parlare di industria 4.0 e a pensare all'industria 4.0 all'interno delle strategie di sviluppo della nostra regione, in un contesto nazionale, europeo e mondiale. E' questo il messaggio: non possiamo più ragionare semplicemente per il nostro lavoro. Ma il nostro lavoro è dato da più componenti, da più situazioni. E la sfida nuova che i valdostani, prima che i politici valdostani, devono affrontare, è questa". Alla presenza del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, Bertschy ha anche richiamato l'attenzione sulla procedura di licenziamento della Shiloh.

"La Valle d'Aosta - ha detto il presidente della Regione, Antonio Fosson - ha messo in piedi delle nuove strategie, sta lavorando su questo, vuole su questo confrontarsi con tutti i colleghi della politica. Perché è la sinergia di un sistema che può portare a dei risultati importanti". Il presidente di Confidustria Valle d'Aosta, Giancarlo Giachino, ha sottolineato la necessità di "incentivare e sostenere l'economia circolare" dato che il "tema dell'ambiente deve rappresentare un'opportunità e un modo nuovo di sviluppare l'economia".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere