Sanità, piano per riduzione liste attesa

In conferenza annunciato arrivo risonanza magnetica a Donnas

(ANSA) - AOSTA, 04 GIU - "Spesso la sanità valdostana viene presentata come allo sbando. Non è vero". Ad affermarlo è l'assessore alla Sanità Mauro Baccega, illustrando in una conferenza stampa le criticità e i punti di forza della sanità valdostana. Ricorda che la giunta in carica ha riprogrammato 6 milioni e 300 euro da destinare alla sanità così come ha raddoppiato, portandole a 8, le borse di studio per gli specializzandi.
    Ammette le criticità in dermatologia, radiologia, psichiatria e cardiologia ma rassicura "per abbattere le liste di attesa stiamo lavorando alla sottoscrizione di convenzioni con i privati". Annuncia, infine, che "a Donnas è in arrivo una nuova attrezzatura per la risonanza magnetica". Il commissario Angelo Pescarmona ha posto l'accento sul fatto che la "nostra regione è all'ottavo posto per speranza di vita, cresciuta del 6,6 per cento dal 2012" e che "il 76% dei ricoverati ha espresso piena soddisfazione". Ha poi parlato di mobilità passiva scesa a tre milioni di euro "segno che nessuno scappa a curarsi fuori Valle; non c'è neppure una fuga di personale che è rimasto costante negli anni. La carenza di medici c'è - meno 14 rispetto al 2018 - ma faremo di tutto per sopperirvi". A parlare delle iniziative per ridurre le liste di attesa è stato il direttore sanitario dell'Usl Eugenio Nebiolo. Tra le azioni da mettere in campo ha citato: il ricorso alla libera professione intramuraria con il pagamento del ticket, la sottoscrizione di convenzioni con Irv, Technos e privati; il concorso per nuovi cardiologi - 6 le domande - a fine giugno e l'entrata in servizio di due medici psichiatri ambulatoriali.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere