Percorso per familiari malati Parkinson

Supporto psicologico, otto sedute a partire dal 18 aprile

Un percorso di supporto psicologico riservato ai familiari dei malati di Parkinson e a coloro che convivono e accudiscono le persone colpite da questa patologia.
    Ad avviarlo è l'associazione Parkinson Valle d'Aosta in collaborazione con la neuropsicologa Valentina Volpi. Il percorso, riservato a coloro che si trovano ad affrontare il Parkinson nelle vite di parenti stretti, inizierà il 18 aprile dalle 17 nel Centro Servizio Volontariato della Valle d'Aosta (in via Xavier de Maistre 19, ad Aosta). Sono previste otto sedute con cadenza quindicinale, la cui durata è di 75-90 minuti ciascuna. In alcune occasioni sarà presente anche una fisioterapista specializzata nella riabilitazione neurologica per fornire consigli pratici su come gestire certi aspetti motori e di "movimentazione" del malato.
    "Lo scopo del percorso - si legge in una nota - è creare un momento di condivisione tra i cosiddetti 'caregiver' familiari, ovvero quelle persone che prestano volontariamente cura ed assistenza ai malati, affinché non si sentano soli e oppressi da un impegno gravoso e per i quali i momenti di difficoltà sono sempre in agguato, perchè l'impegno è spesso difficile e gravoso e non mancano i momenti di 'stanchezza'. Ritrovarsi, riunirsi e confrontarsi con altre persone che stanno affrontando le stesse difficoltà è fondamentale per non isolarsi e per cercare di mantenere una qualità della vita accettabile, sia per i malati sia per i loro familiari, in quanto la solitudine, l'isolamento sono purtroppo alcuni degli elementi tipici del morbo di Parkinson".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere