Appello Cgil, abolire ticket su farmaci

"Per dare ossigeno a casse si fa leva anche sulla salute"

"Abolire il ticket sui farmaci, 'tassa ingiusta' che colpisce unicamente gli ammalati" e "trovare le risorse finanziarie mancanti al bilancio dell'Usl dalla fiscalità generale": è quanto chiede la Cgil della Valle d'Aosta portando gli esempi di Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Marche e Sardegna.
    "Attendiamo un'assunzione di responsabilità - si legge in una nota - da parte del Governo regionale. Questa iniquità, che ricade sulle fasce di popolazione più deboli, deve essere superata velocemente, seguendo l'esempio delle altre Regioni che hanno già attuato il provvedimento. Dove sta altrimenti tutta questa decantata autonomia regionale, quando regioni con problemi più gravi e complessi della Valle d'Aosta riescono ad attuare misure di maggiore giustizia ed equità sociale?". "Il ticket sui farmaci - conclude la Cgil - è diventato di fatto una tassa sulla malattia. Siamo arrivati, ormai, a un livello, dove la politica per portare ossigeno alle casse regionali della sanità, fa leva anche sulla salute". 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere