Opposizione litiga, M5S-Rc contro Lega-Mouv

"Raccontano falsità" e "ricerca spasmodica elezioni anticipate"

Si spacca il fronte dell'opposizione in Consiglio regionale. Dopo le accuse di Lega e Mouv' a M5S di essere la "stampella della maggioranza" arriva la replica dei pentastellati: "Lega e Mouv', che non hanno di meglio da fare che dire falsità ai valdostani, hanno raccontato inesattezze. La Legamouv' usa ogni pretesto per raccontare falsità ai valdostani e mentre noi vediamo come avversario politico un sistema radicato di mala politica e di controllo del voto loro vedono come 'nemico' noi e le nostre scelte volte a cercare di lavorare in Consiglio nel modo più proficuo possibile. Non abbiamo paura di tornare alle urne, ma vogliamo tornarci con la legge elettorale nuova, quella senza controllo del voto, quella senza infiltrazioni mafiose".
    "Non abbiamo nessuna intenzione di far parte di questa maggioranza - continua il M5S - e siamo indignati dal fatto che Lega e Mouv' spendano così tante energie per raccontare bugie ai valdostani per aggredire chi non c'entra nulla e cerca di lavorare seriamente per i valdostani".
    Per Rete civica, invece, "la Lega (con Mouv' a rimorchio) è alla ricerca spasmodica di elezioni regionali anticipate e immediate, per sfruttare un favorevole trend nazionale, e non si cura minimamente dei problemi regionali". "È irresponsabile invocare nuove elezioni - prosegue - in un momento in cui non è attiva la nuova legge elettorale, votata peraltro anche da Lega/Mouv', e non esiste la possibilità di una reale stabilità di governo, per la quale occorre fare una riforma che dia più potere agli elettori. La Lega, con Mouv', fa il gioco della maggioranza e di fatto impedisce al Consiglio di esprimersi su atti già rinviati più volte e sulla richiesta di dimissioni del Consigliere Rollandin dalla Vicepresidenza del Consiglio".
  
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere