Sindacati,si tratti ma no licenziamenti

Audizione in 4/a commissione. Lavoratori pronti anche a sciopero

''Non è un capriccio, non è un dettaglio la richiesta di revoca della procedura di licenziamenti collettivi, è la base dalla quale partire per una trattativa seria e serena''. Lo ha detto il segretario regionale della Cisl, Jean Dondeynaz, all'uscita dell'audizione delle organizzazione sindacali in quarta commissione consiliare al cui esame c'è il piano di risanamento del Casinò di Saint-Vincent e il disegno di legge di finanziamento.

Sulla stessa lunghezza d'onda Claudio Albertinelli (Savt): ''A chi serve che una parte dei lavoratori sia sotto scacco. Al ricatto non ci stiamo. Nessuno di noi ha detto che non si deve intervenire ma c'è modo e modo''. Vilma Gaillard (Cgil) chiede in accordo con i colleghi ''di sgomberare il campo dalle rigidità, di ritirare la procedura. Altrimenti ci siederemo al tavolo della trattativa e ragioneremo su quanto ci sarà proposto sulle modalità di riorganizzazione e dei tagli e decideremo''.

Ribadiscono all'unisono le sigle sindacali: ''Nel Piano non si fanno ipotesi concrete né numeri'' e non escludono l'indizione di uno sciopero e il no alla proroga per la procedura di licenziamenti collettivi per 264 dipendenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere