Cpel,sì con modifiche a legge elettorale

Al centro del dibattito rappresentanza di genere e compensi

(ANSA) - AOSTA, 26 NOV - Il Cpel ha dato parere favorevole a larga maggioranza (unico contrario Lorenzo Graziola, sindaco di Morgex) alla proposta di legge in materia di elezioni comunali in vista delle consultazioni del maggio 2020, chiedendo però alcune modifiche al legislatore. "L'elemento fondamentale del dibattito è che sono state accolte le nostre richieste di modifica alla legge elettorale sul ripristino dell'elezione diretta del sindaco nei comuni con popolazione sino a 1000 abitanti", ha detto Franco Manes, presidente del Cpel. Tra le richieste di modifica, ci sono: prevedere l'incompatibilità, non l'ineleggibilità, dei funzionari eletti e che occupino ruoli apicali; la rivendicazione del ruolo operativo del sindaco dopo il terzo mandato nella nuova amministrazione; compensi più "dignitosi" per i presidenti del Bim e delle Unités des communes; il mantenimento del 35 per cento della rappresentanza di genere (che inizialmente i sindaci avevano chiesto di eliminare), togliendo dal conteggio il sindaco e il vicesindaco.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere