Morto in casa, procura apre fascicolo

Da chiarire cause, polizia indaga anche su episodi analoghi

La procura di Aosta ha aperto un fascicolo sul decesso di Valerio Zangla, quarantenne di origine siciliana e residente nel capoluogo valdostano, che ha perso la vita venerdì scorso in un alloggio del quartiere Cogne per cause ancora da definire. L'ipotesi di reato è 'morte in conseguenza di un altro reato'. Il fascicolo è affidato al sostituto procuratore Eugenia Menichetti. Ieri si è svolta l'autopsia sul corpo dell'uomo, che non ha dato risultati certi sulla causa della morte. I risultati degli esami tossicologici si conosceranno solo tra qualche settimana: tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti c'è infatti anche l'overdose.
    Sull'accaduto indaga la squadra mobile di Aosta. Zangla si trovava a casa di un amico. La polizia sta effettuando verifiche su eventuali episodi analoghi avvenuti in passato.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere