Escursionista trovato morto ad Ayas

Italiano di 68 anni era disperso da ieri sera

E' Italo Bertana, di 68 anni, di Moncalvo (Asti) l'escursionista trovato morto stamane in Val d'Ayas, nel vallone che porta al colle di Cime bianche. Il corpo era vicino al ru Courtod, non distante da un alpeggio. Secondo quanto accertato dal Soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia, e' caduto in una scarpata ed e' poi finito nel torrente, percorrendo cosi' una quarantina di metri. Nella serata di ieri, mercoledì 10 luglio, stava affrontando un'escursione con una coppia di amici quando e' rimasto indietro e ha perso l'orientamento, probabilmente agitandosi e provando a scendere per un versante scosceso. Dopo averli chiamati, non ha più risposto alle telefonate. I soccorritori hanno intuito il punto di inizio della caduta dopo aver trovato il suo cappellino.
L'uomo, celibe, alloggiava per alcuni giorni di vacanza in un albergo di Champoluc. Alle ricerche hanno preso parte, oltre al Sagf, il Soccorso alpino valdostano, i vigili del fuoco e la forestale. Il medico legale che ha svolto la visita esterna nella camera mortuaria di Champoluc valuta verosimili, come causa della morte, un forte trauma cranico e l'annegamento.

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere