La pediatra maratoneta Bertone rinuncia ai Mondiali per stare in corsia

Causa "inderogabili motivi di lavoro" per carenza di pediatri in Valle d'Aosta

Per "inderogabili impegni lavorativi" la maratoneta valdostana Catherine Bertone è costretta a rinunciare ai Mondiali di Doha. ""Onoratissima di poter vestire la maglia azzurra in un mondiale di atletica leggera, ma ahimè la coperta in ospedale è sempre più corta" scrive la pediatra (classe 1972), che presta in servizio all'ospedale Beauregard di Aosta. All'origine della decisione vi è proprio la carenza di medici nella struttura sanitaria valdostana, che negli ultimi mesi ha costretto la Bertone (25/a ai Giochi di Rio del 2016 e ottava degli Europei di Berlino del 2018) a rinunciare a numerosi raduni collegiali.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere