Comunicare il rischio, piano da 9 mln

Coordinamento a Valle d'Aosta, tra i partner Piemonte e Liguria

Sensibilizzare al rischio cittadini, tecnici, amministratori locali e studenti, anche attraverso soluzioni innovative di comunicazione. E' uno degli obiettivi del Piano integrato tematico (Pitem) Risk - resilienza, informazione, sensibilizzazione e comunicazione verso i cittadini, presentato oggi ad Aosta. Parte del programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Alcotra 2014-2020, dispone di un budget di 8 milioni 978 mila euro. La Valle d'Aosta coordina il piano di cui sono partner, tra gli altri, Regione Piemonte, città metropolitana di Torino, Regione Liguria, Fondazione Cima e Région Provence-alpes-cote d'azur (Francia). Il Pitem risk mira a rendere sicuro e attrattivo in termini di trasporti, turismo, servizi e opportunità imprenditoriali il territorio. Un obiettivo da raggiungere unificando la rete transfrontaliera di rischi naturali (Risknat) per attuare politiche comuni tese a favorire la partecipazione attiva dei cittadini e ad aumentare la loro consapevolezza dei rischi del territorio.

Sono cinque i progetti previsti dal piano: Coordinamento e comunicazione (budget di 508 mila euro, capofila Regione Valle d'Aosta); Risk-com, che mira a rendere più efficaci le strategie di comunicazione (1 milione 882 mila euro, Regione Piemonte); Risk-gest, incentrato sulla prevenzione dai rischi di inondazione, frane, valanghe e incendi (1 milione 882 mila euro, Fondazione Cima); Risk-for, riguardante l'addestramento degli operatori di soccorso (1 milione 882 mila euro, vigili del fuoco della Savoia); Risk-act, che mira a applicare i risultati degli altri progetti su casi pilota del territorio transfrontaliero (2 milioni 823 mila euro, Regione Valle d'Aosta).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere