Di Matteo, giusta causa? ognuno tutelerà propri diritti

'Posizioni contrapposte, ma sono sereno'

"Ognuno ha fatto le sue verbalizzazioni, ha preso le sue posizioni, sicuramente le posizioni sono contrapposte, ma in maniera molto serena, ognuno farà la sua parte e tutelerà i propri diritti". Lo ha detto l'ex amministratore unico della Casinò di Saint-Vincent Giulio di Matteo, dopo la riunione dell'assemblea dei soci che nella tarda serata di ieri gli ha revocato l'incarico per 'giusta causa', nominando un consiglio di amministrazione. "Ma in questo momento - ha aggiunto - quello che più mi preme è manifestare il mio attaccamento a questa azienda". "Si è chiusa una bellissima pagina per me, una bellissima esperienza e abbiamo dato il massimo", ha spiegato Di Matteo. "Il mio auspicio è che questa azienda possa proseguire operare - ha ancora detto - e che si possa proseguire in quell'opera che faticosamente ho iniziato il 24 marzo del 2017 perché ritengo che la Regione Valle d'Aosta se lo meriti e Saint-Vincent in particolare".

Casinò:Di Matteo,continuità aziendale? serve quella politica - "La continuità aziendale di questa azienda è legata alla continuità politica e questo è un punto di forza o di debolezza a seconda che ci sia o meno continuità politica". Questa l'analisi dell'ex amministratore unico del Casinò de la Vallée di Saint-Vincent, Giulio Di Matteo, a cui ieri l'assemblea dei soci ha revocato l'incarico. "La mia è una considerazione molto asettica, obiettiva, - aggiunge - che però ho potuto verificare sul campo, visto che ho avuto la prerogativa di conoscere tre presidenti e quattro assessori in 18 mesi".

 


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA