Valle d'Aosta torna capitale ultratrail

Mille concorrenti a Tor des geants e Tot Dret dal 9 settembre

Saranno 1.100 i concorrenti - provenienti da tutto il mondo - impegnati dal 9 al 16 settembre, notte e giorno, sulle alte vie della Valle d'Aosta per il tradizionale appuntamento con l'ultratrail, in dettaglio con il 'massacrante' Tor des Geants (330 km e 24.000 metri di dislivello positivo da percorrere in massimo 150 ore) e con il Tot Dret (130 km e 12.000 metri di dislivello positivo).
    Al via del 'Tor' - giunto alla nona edizione, partenza e arrivo da Courmayeur - ci saranno 886 concorrenti in rappresentanza di 70 paesi e 5 continenti, mentre il Tot Dret può contare su 309 iscritti. A garantire la buona riuscita della gara 2.000 volontari, oltre agli addetti alla sicurezza, guide alpine, rifugisti, commissari di gara, assistenti e medici. In gara anche 19 giornalisti (13 stranieri e 6 italiani).
    L'atleta più giovane del Tor è il danese il Jon Lundstrom, prossimo a compiere 23 anni, il veterano è il francese Jean Paul Gujon, di 75 anni. Tra le novità dell'edizione 2018, la presenza di due concorrenti dall'Afghanistan, la canadese Stephanie Case e il neozelandese Duncan Wilson, che lavorano per le Nazioni Unite e si occupano di diritti umani. Inoltre ci sarà una rappresentanza ufficiale dell'Esercito (sette concorrenti). Nel Tot Dret saranno impegnati anche cinque concorrenti amputati per dare vita al progetto "Gamba in spalla", che prevede il loro alternarsi in gara, in una speciale staffetta, con lo scopo di promuovere lo sport per tutti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere