Tre italiani dispersi sul Monte Bianco

Su versante francese, finanziere con fratello e una donna

Tre alpinisti italiani di circa 30 anni sono dispersi sul versante francese del Monte Bianco. Si tratta di Elisa Berton, 27 anni, e dei fratelli Luca (31), suo fidanzato, e Alessandro Lombardini (28), militare del Soccorso
alpino della guardia finanza di Bardonecchia. L'allarme è partito dai soccorritori italiani.

Stamane le ricerche sono riprese, condotte dai gendarmi francesi del Pghm di Chamonix (che hanno lanciato un appello a eventuali testimoni), insieme con i finanzieri della stessa stazione piemontese e quelli di Entreves (Courmayeur).

I tre alpinisti hanno lasciato la loro auto alla partenza degli impianti di risalita di Grands Montets, a Chamonix: l'ultimo traccia del loro passaggio risale a martedì 7 agosto tra le 7.30 e le 7.50. Poi nessuna notizia, con i cellulari irraggiungibili. L'uscita alpinistica, un regalo per Luca nato proprio il 7 agosto, era inizialmente prevista sul Monte Bianco. Poi un problema alla funivia ha convinto il gruppo a cambiare destinazione, nella zona della Petite Aiguille Verte (3.512 metri).

"Si suppone che" i tre alpinisti "siano caduti in un angolo inaccessibile, al di là dell'Aiguille Verte, dalla cresta dei Grands Montets" ha dettoStéphane Bozon, comandante del Peloton de gendarmerie d'haute montagne (Pghm) di Chamonix (Francia), che conduce le operazioni di ricerca. "Nella zona ci sono pareti rocciose, canali molto stretti" dove si verificano, spiega Bozon, "cadute di pietre" oltre a "dei grandi crepacci, sia sul versante del Monte Bianco e sia quello del ghiacciaio dei Rognons". Nelle ricerche sono impegnati "un elicottero della Sécurité civile con due soccorritori a bordo, tre unità del Pghm, quattro del Soccorso alpino della guardia di finanza di Entrèves e Bardonecchia via terra, un soccorritore della Chamoniarde, società di soccorso in montagna, con un drone".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere