Tregua su adaptations, riparte confronto

Primo incontro regione-sindacati

Dopo l'alta tensione delle scorse settimane, Regione e sindacati tornano a parlarsi sulle Adaptations dell'insegnamento plurilingue, sulle piante organiche e sull'alternanza scuola- lavoro. Oggi a palazzo regionale si è svolto un primo incontro di questa nuova fase di apertura di credito reciproca, da cui è scaturito l'impegno a una serie di incontri, in programma nelle prossime settimane.

Presenti i rappresentanti dei sindacati scuola, il presidente della Regione, Laurent Viérin e l'assessore regionale all'istruzione e cultura, Emily Rini. "E' stato un incontro molto fruttuoso", ha commentato l'assessore regionale all'istruzione e cultura, Emily Rini. "La trattativa - ha proseguito - prevede una tempistica molto stretta, dettata dai tempi scolastici, c'è la volontà di trovare una soluzione". Di "grande apertura di dialogo da parte dell'amministrazione" ha parlato Alessia Demé (Savt). "C'è urgenza di trovare una soluzione perché a breve dovranno esser fatti gli organici", ha sottolineato la sindacalista.

Tra i temi posti sul tavolo dalle sigle vi è la questione dei tagli delle cattedre di tecnologia. "E' stato un incontro positivo - ha confermato il presidente della Regione, Laurent Viérin - dopo numerose prese di posizione del mondo scolastico, c'era stato un dibattito in Consiglio che aveva iniziato a tracciare la nostra intenzione". "Sulle adaptations - ha ancora detto Viérin - siamo disponibili ad ascoltare e soprattutto a recepire in termini di correttivi che possono andare nella direzione auspicata".

"Disponibilità" anche sul potenziamento degli organici "soprattutto sulla stabilizzazione intesa come il piano del precariato su cui stiamo lavorando e anche su alcuni argomenti principalmente sulla questione di tecnologia nella secondaria di primo grado", ha concluso Viérin.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere