Marguerettaz, a maggio treni bimodali

Collegamento diretto tra Aosta e Torino Porta Susa

I cinque treni bimodali acquistati dalla Regione Valle d'Aosta per la linea Aosta-Torino arriveranno a maggio. Lo ha confermato oggi l'assessore regionale ai trasporti Aurelio Marguerettaz. I treni, realizzati dalla Stadler, sono già sulla rete italiana per alle prove tecniche di omologazione. L'utilizzo di questi vettori "consentirà un collegamento diretto tra Aosta e Torino Porta Susa, senza la rottura di carico ad Ivrea", ha confermato Marguerettaz. Oggi la Giunta regionale ha approvato la bozza di accordo quadro con Rfi che prevede la programmazione del progetto di elettrificazione della tratta Aosta-Ivrea e altri interventi di velocizzazione come il miglioramento dei raggi di curvatura. E' stato dato anche il via libera a una bozza di un protocollo di intesa sempre con Rfi che prevede il finanziamento dello studio sulla Aosta-Pré-Saint-Didier, dove si rendono necessari lavori che incrementino il carico assiale per consentire il transito di treni più recenti e meno inquinanti. "Sul tema del trasporto ferroviario - ha spiegato Marguerettaz - ognuno racconta la sua interpretazione, ma ora con questo protocollo, frutto di un lungo lavoro per il quale ringrazio il mio predecessore, il comitato Valle d'Aosta Riparte e gli uffici regionali, smetteremo di fare annunci e ci saranno studi che diranno quali attività dovranno essere svolte, quanto costano e quale sarà il beneficio". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere