M.Bianco, recuperati resti Air India caduto 1966

Su ghiacciaio Des Bossons, c'erano stati 117 morti

Emerso dal ghiacciaio des Bossons, sul versante francese del Monte Bianco, è stato recuperato oggi un reattore del Boeing 707 di Air India precipitato nel 1966 nel massiccio. Lo ha trovato Daniel Roche, francese che da anni si occupa delle ricerche dei resti dei due velivoli indiani caduti nella zona, il Malabar princess nel 1950 e il Kangchenjunga nel 1966. Il reattore del volo 101, decollato da Bombay e diretto a Londra, è stato estratto dai ghiacci e trasportato a Mégève in elicottero. Al momento di precipitare il pilota aveva iniziato la discesa verso Ginevra, dove era prevista una sosta tecnica, ma per un errore è finito contro le rocce a circa 4.750 metri di quota. I morti erano stati 117, 106 passeggeri e 11 membri dell'equipaggio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA