Dg Finaosta sentito di nuovo in procura

E' persona informata su fatti. Da pm anche funzionario Autoporto

E' comparso per la seconda volta in 6 giorni davanti al pm Luca Ceccanti il direttore generale di Finaosta, Giuseppe Cilea, sentito nel pomeriggio come persona informata sui fatti nell'ambito dell'inchiesta per corruzione e turbativa d'asta che ha portato agli arresti domiciliari il dirigente di Finaosta Gabriele Accornero, e il titolare del Caseificio valdostano, Gerardo Cuomo. Oltre a Cilea, è stato sentito anche un funzionario di Autoporto spa. Cilea compare nell'ordinanza del gip quando, nel 2016, Accornero provocò il suo "intervento" a seguito delle resistenze del presidente di Autoporto, Domenico Corvo, alla richiesta di abbassare l'affitto al Caseificio valdostano, che aveva occupato anche gli spazi di Deval. Cilea nominò un consulente, Carlo Pessina - "che risulta legato a Cuomo e Accornero" - per "dare una parvenza di legittimità alla decisione" di abbassare il canone (da 143.880 euro a 112.000) sfavorevole a Autoporto. Le indagini sono state condotte dai carabinieri del Reparto Operativo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere