Rini sentita in procura, non è indagata

In merito a una proposta di assunzione per l'ex marito

L'assessore regionale all'istruzione e cultura, Emily Rini, è stata sentita in procura come 'persona informata sui fatti' in merito a una proposta di assunzione fatta all'ex marito durante la causa di separazione tra i due. A presentare la proposta era stato Gerardo Cuomo, titolare del caseificio valdostano e coinvolto nell'inchiesta della procura di Milano che ha portato nel gennaio scorso all'arresto del procuratore capo facente funzioni di Aosta, Pasquale Longarini.
    La notizia, pubblicata ieri sera dal sito aostacronaca.it e poi rimossa, e' stata confermata dalla procura di Aosta che ha precisato che l'assessore Rini non è indagata. Il colloquio con gli inquirenti è avvenuto lo scorso luglio nell'ambito di accertamenti condotti sulla figura di Gerardo Cuomo a margine dell'inchiesta milanese. L'ex marito dell'assessore non aveva accettato la proposta che era stata avanzata di fronte al giudice.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere