Rogo Quart, chiesto rinvio a giudizio

Pm, 'voleva indurre Monteleone a rinunciare a 42 mila euro'

La procura di Aosta ha chiesto il rinvio a giudizio di Carmine Amato, aostano di 67 anni, arrestato per l'incendio di quattro auto bruciate il 12 maggio scorso fuori dalla pizzeria del campeggio di Quart. Le ipotesi di reato formulate dal pm Carlo Introvigne sono di tentata estorsione, incendio doloso e danneggiamento. Amato si trova in carcere dal 29 maggio, data del suo arresto.
    Secondo quanto appurato dai carabinieri della Compagnia di Chatillon e Saint-Vincent, di sua iniziativa aveva dato fuoco ai veicoli per indurre l'impresario Luigi Monteleone, uno dei soci del campeggio e della pizzeria, a rinunciare a un credito di circa 42 mila euro nei confronti di un proprio familiare. Il rogo aveva coinvolto le auto di quattro clienti della pizzeria, tre dei quali non avevano una polizza incendio. In quel venerdì sera il locale era molto affollato. Carmine Amato, in passato commerciante, negli anni scorsi era già finito in carcere, ma con l'accusa di usura.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere