Savda chiede 20mln a Rava,competenza Tar

Sentenza Consiglio di Stato, contenzioso su tariffe bus '82-'01

Il Consiglio di Stato ha in parte bocciato e in parte dichiarato la competenza del Tar sul ricorso con cui Savda chiedeva un risarcimento danni di 20 milioni 689 mila euro alla Regione Valle d'Aosta. La cifra riguarda soprattutto la differenza tra i ricavi effettivi e quelli presunti dal 1982 al 2001.
    Secondo Savda la Regione ha adottato "comportamenti elusivi" dell'obbligo di determinare, anno per anno, le tariffe dei periodi 1982-1996 e 1997-2001. Obbligo (che ha il fine di quantificare il risarcimento a favore della società di trasporti in pullman) già sancito nel 2009 dal Consiglio di Stato e che la Regione, per i giudici, ha rispettato con la delibera 1.611 del 2016. Savda contesta la tesi dell'ente pubblico secondo cui i "contributi di esercizio erogati per ogni anno avrebbero coperto le perdite di gestione connesse agli obblighi di servizio pubblico". Ma la correttezza delle "determinazioni tariffarie", scrive il Consiglio di Stato, non può essere affrontata nella "presente sede di ottemperanza".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA