Aosta, tolte slot da un locale su 4

Polizia locale, primi esiti controlli su rispetto regolamento

"La polizia locale ha già iniziato a ispezionare i locali. Abbiamo svolto una ventina di passaggi in altrettanti esercizi: quattro o cinque hanno tolto le slot, per motivi commerciali o morali. Altrettanti hanno posizionato timer che impongono lo spegnimento a una data ora". Lo ha riferito alla terza commissione consiliare del Comune di Aosta il comandante della polizia locale, Fabio Fiore, in merito ai controlli mirati al rispetto del regolamento comunale sulle sale giochi in vigore da aprile. Tuttavia, ha spiegato, si tratta di verifiche che "presentano difficoltà tecniche di esecuzione".
    Per questo "attendiamo l'ordinanza del questore che disciplini controlli congiunti di guardia di finanza, polizia di Stato e polizia locale. Sono già state programmate due giornate in cui dovremo espletarli". Il sindaco ha annunciato che gli uffici si stanno attivando per la costituzione in giudizio nell'ambito del ricorso straordinario al Presidente della Repubblica contro il regolamento promosso da un esercente.

Carpinello (AltraVda), è una buona notizia - "Nella vergognosa terza commissione di questa mattina una piccola buona notizia è venuta fuori e merita di essere evidenziata. Nei controlli effettuati dalla polizia locale, su un totale di una ventina di esercizi commerciali con macchinette controllati, uno ha tolto le suddette e altri tre o quattro hanno manifestato l'intenzione di farlo". Lo afferma Carola Carpinello, consigliere comunale de L'Altra Valle d'Aosta. "E' una buona notizia - aggiunge - che dice che quel regolamento va nella giusta direzione: lo spegnimento durante gli orari dei pasti è rispettato, in queste prime settimane, e induce gli esercenti ad una riflessione non solo di convenienza commerciale ma anche etica. Così cresce una comunità".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere