Smog da pianura padana,picco Pm10 in Vda

Registrato a gennaio, 11 sforamenti contro i 5 di tutto il 2016

(ANSA) - AOSTA, 20 MAR - Tra il 26 e il 28 gennaio scorsi in Valle d'Aosta c'è stata una forte concentrazione di polveri sottili (Pm10), con valori anche più che doppi rispetto ai limiti giornalieri (50 microgrammi per metro cubo) previsti dalla normativa. Le cause sono legate all'inquinamento registrato in quei giorni nelle grandi città del Nord Italia: la massa d'aria proveniente dalla pianura padana infatti è stata trasportata fino in Valle d'Aosta, dove è rimasta incuneata. Lo ha spiegato oggi Claudia Tarricone, di Arpa, durante la riunione sulla qualità dell'aria che si è svolta in Comune, ad Aosta. In generale, a gennaio, sono stati 11 i superamenti del limite giornaliero di concentrazione di Pm10 in piazza Plouves, contro i 5 di tutto il 2016, anno in cui il trend è stato in diminuzione. A influenzare il dato di gennaio sono state le temperature molto basse che hanno fatto aumentare i consumi per il riscaldamento, insieme all'inversione termica che ha provocato la stagnazione delle masse d'aria.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere