Corte conti,assolto ex dirigente Regione

Contestato danno da 31 mila euro per demansionamento dipendente

(ANSA) - AOSTA, 18 MAR - La terza sezione centrale d'appello della Corte dei conti ha assolto l'ex coordinatore del dipartimento regionale Finanze Cesare Gerbelle dall'accusa di presunto danno erariale per il "demansionamento di una dirigente" che, per la procura, tra il 2001 e il 2003 fu "assegnata e mantenuta per circa due anni ad un servizio di fatto inesistente". Il danno patrimoniale contestato era di 31.596 euro. E' stata così confermata la sentenza di primo grado. La vicenda riguarda il Servizio controllo di gestione, nato del 2000 e a cui la giunta assegnò la dirigente che non era stata confermata a capo del servizio biblioteca. Pur ammettendo che da parte di Gerbolle sarebbe stata necessaria "un'attenzione ben superiore", per la Corte manca la "colpa grave": si tratta di una "situazione complessa", con un "periodo di transizione" che durò "poco più di un anno dalla fine del percorso di formazione" della dirigente e durante il quale vi fu comunque "l'acquisizione di ulteriori professionalità da parte dell'interessata".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere