Mondiali sci nordico, Pellegrino vince l'oro

Azzurro si è imposto in Finlandia in gara sprint tecnica libera

Federico Pellegrino ha vinto la medaglia d'oro, ai Mondiali di sci di fondo in corso a Lathi (Finlandia), imponendosi nello gara sprint a tecnica libera. L'azzurro, vincitore della Coppa del mondo di specialità nella passata stagione, aveva vinto anche la semifinale alla quale aveva partecipato. L'atleta originario di Aosta, 26 anni, tesserato per le Fiamme Oro, si è imposto con il tempo di 3'13"76, precedendo nell'ordine il russo Sergey Ustiugov di 15" e il norvegese Johannes Hoesflot, terzo con un ritardo di 44".
Al quarto e quinto posto si sono piazzati altri due atleti norvegesi, rispettivamente Finn Haagen Krogh, a 1'07", e Petter Northug, a 12'13". Si tratta del primo oro italiano iridato nella specialità, che è arrivato al termine di una grande rimonta. Nell'ultimo rettilineo di gara, Pellegrino, già vincitore della Coppa di specialità nella scorsa stagione, ha fatto valere la propria esplosività, mettendosi tutti gli avversari alle spalle.

"Ho atteso il momento giusto" - "Sono veramente contento, ho usato la testa per tutta la gara. Tantissimo merito va ai tecnici dei materiali perché avevo degli sci fantastici. Non mi restava che aspettare il momento giusto e attaccare e così ho fatto". Così l'azzurro Federico Pellegrino, dopo la vittoria nella gara di sprint a tecnica libera dei Mondiali di sci di fondo a Lahti.
"E' stato fantastico fare questa gara in notturna - dice ancora Pellegrino - e fra i miei tifosi. Oggi la giornata è stata un po' lunga. Mi sono svegliato presto, poi ho dormito un paio d'ore, quindi una buona pasta italiana e poi eccomi qui a vincere".

 Rosset, splendida vittoria - "Una splendida vittoria in una gara emozionante, una medaglia d'oro davvero importante che dimostra, ancora una volta, la stoffa da campione di Chicco e riporta la Valle d'Aosta ai vertici dello sci di fondo, come in passato avevano fatto Arianna Follis e Marco Albarello". Così il presidente del Consiglio regionale, Andrea Rosset, commenta - a nome suo personale e dell'intera Assemblea valdostana - la vittoria di Federico Pellegrino nella gara di sprint a tecnica libera ai mondiali di fondo di sci a Lathi (Finlandia). "Tenacia e determinazione unite a classe cristallina. Questo è Pellegrino. Grazie campione del mondo, Orgoglio della Valle d'Aosta" aggiunge l'assessore regionale allo sport, Aurelio Marguerettaz.

Gabrielli, oro storico -  Il Capo della Polizia pref. Franco Gabrielli si è complimentato con Federico Pellegrino per la vittoria della medaglia d'oro ai mondiali di fondo.
"Le mie più vive congratulazioni vanno al campione delle Fiamme Oro per la medaglia d'oro conquistata - ha sottolineato il capo della Polizia - Il gruppo sportivo della Polizia sta svolgendo un eccellente lavoro consentendo all'Italia di raggiungere importantissimi traguardi internazionali". "L'oro del poliziotto aostano - conclude - è, infatti, il primo trionfo italiano nella storia della specialità".

Laurent Vierin, un esempio per giovani - E’ un onore per noi valdostani avere un atleta che, con tenacia e tanto impegno, raggiunga traguardi così importanti, portando il nome della Valle d’Aosta a livello mondiale dello sci nordico. Un esempio da seguire per tutti i nostri giovani! Un particolare ringraziamento anche per l’attenzione e la sensibilità che Federico ha dimostrato all’intera comunità valdostana in qualità di testimonial della campagna sociale per la lotta al randagismo “Io mi fido di te”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA