Scuola,in nuovo bando Aosta c'è 'panino'

Tra opzioni Comune inoltre 'piatto unico' con tariffa ridotta

Dal prossimo anno il Comune di Aosta apre le porte al 'panino' portato da casa in sostituzione della mensa scolastica. Lo prevede il nuovo bando per il servizio di refezione che richiede alle ditte partecipanti anche un'offerta per la sola assistenza agli alunni che si portano il pasto da casa. Questo tipo di organizzazione è già attivo in città da alcuni anni nella scuola secondaria di primo grado Saint-Roch.

Tra le opzioni indicate anche quella del 'piatto unico', una razione ridotta che potrebbe costare tra il 30 e il 40 per cento in meno del prezzo intero, che ora è di 4,5 euro. "Quella del panino è una formula che non ci convince molto - spiega l'assessore Andrea Paron - ma l'abbiamo comunque prevista, il 'piatto unico' invece consentirebbe alle famiglie di risparmiare e ai bambini di avere accesso a un pasto di qualità". Gli iscritti al servizio mensa delle scuole aostane sono 2.000, con una media giornaliera di mille pasti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere